• Sei in:
  • Home
  • Vademecum

  • Italiano
  • English

Piccola guida operativa per il dottorando

Di seguito, alcune istruzioni operative sul da farsi.

Si farà riferimento al portale Campusnet del Dottorato in Informatica (il sito che state navigando) con il termine Sito.

Questo vademecum esplica e commenta le istruzioni di riferimento normativo, che rappresenta il documento essenziale per comprendere lo svolgimento del Dottorato, reperibile all'indirizzo http://dott-informatica.campusnet.unito.it/html/statuto_dott_informatica.pdf

Preparare/modificare il piano di studi

Il piano di studi per il dottorato comprende, di base, 5 esami obbligatori a scelta tra un novero di corsi abilitati (di cui almeno uno a Bertinoro). E' richiesto che almeno DUE esami siano scelti fra quelli della Scuola Dottorale di Bertinoro (a frequenza obbligatoria per i dottorandi del primo anno).

Inoltre, il Dipartimento di Informatica di Torino e quello del Piemonte Orientale offrono alcuni corsi per gli studenti di dottorato. Le informazioni sono sempre disponibili nella sezione COURSES  AND SEMINARS -> COURSES del Sito, dove, a parte l'elenco dei corsi, si possono reperire orario e luogo di svolgimento del corso, programma, modalità di esame e così via.

È possibile che siano previsti esami integrativi per neo dottorandi che presentino alcune lacune formative (tipicamente i casi in cui si abbia una laurea non in informatica). Il collegio di dottorato e il supervisore determineranno quali esami il dottorando dovrà sostenere.

Il dottorando deve preparare, entro DUE mesi dalla presa di servizio, un piano di studi che comprenda gli esami che intende sostenere. Il piano va preparato in formato PDF e caricato sul Sito (http://dott-informatica.campusnet.unito.it/do/home.pl/View?doc=phd_plans.html), ove compilerà un form in base al Ciclo di appartenenza. Il piano verrà valutato dal Collegio di Dottorato, con la regola del silenzio assenso: in assenza di comunicazione contraria entro un mese dalla presentazione, il piano viene approvato.

È possibile MODIFICARE il piano di studi: occorre

- comunicare la modifica al Coordinatore, indicando la variazione (quale esame esce, quale esame entra), la sua motivazione, ed allegando il vecchio ed il nuovo piano di studi

- caricare di nuovo il piano compilando apposito form, seguendo la stessa modalità del primo caricamento.

Anche per la modifica vige la regola del silenzio assenso: in assenza di comunicazione contrarie entro 10 giorni dalla richiesta, il nuovo piano viene approvato.

Il superamento di ogni esame viene comunicato dal responsabile del corso al Coordinatore, comunicando l'esito positivo della verifica.

Per gli studenti che devono sostenere solo 6 esami è OBBLIGATORIO aver sostenuto almeno 4 esami per essere ammessi al secondo anno e tutti gli esami per essere ammessi al terzo anno. Il Collegio Docenti deciderà caso per caso per gli studenti che hanno più di 6 esami. E’ sempre OBBLIGATORIO aver sostenuto tutti gli esami previsti per poter accedere all'esame finale di dottorato, ovverosia la dissertazione finale.

 

Relazione di fine anno

Al termine di ogni anno, quando comunicato dal Coordinatore, ogni dottorando dovrà caricare sul Portale la relazione di fine anno, dove saranno indicate tutte le attività svolte (scuole, conferenze, borse, progetti, esami sostenuti e così via).

La sezione dove caricare la relazione si trova alla voce "PhD Students Reports"; seguire poi il link per il proprio ciclo. 

La relazione deve essere fatta in formato PDF; è disponibile uno schema per la compilazione del report, a questo indirizzo in Word, a questo in formato Latex.

 

Missioni (conferenze, scuole e simili)

 Il regolamento per autorizzazione e rimborso è stabilito dall'Ateneo e recepito dalla Segreteria Amministrativa di Dipartimento.

Sono disponibili per la visualizzazione e il download il regolamento d'Ateneo e il Vademecum missioni.

 

Proposta di Tesi - Accesso all'esame finale - Difesa della Tesi - Proroga

Per i dettagli e le modalità inerenti la proposta di tesi e la dissertazione finale, accedere al riferimento normativo ufficiale (il link ad inizio pagina).

La tesi di dottorato deve essere inviata ai revisori (nominati in ottobre dal Collegio Docenti su proposta dei relatori) entro la FINE NOVEMBRE.

Qualora non si riuscisse a concludere il lavoro di tesi entro i 3 anni previsti, è possibile richiedere una proroga, INVARIABILMENTE di un anno, entro il quale il dottorando può concludere il lavoro di tesi e discuterla
Non è prevista un'estensione della borsa di dottorato: l'anno di tempo è previsto esclusivamente per concludere il lavoro di tesi.

Maggiori informazioni sulla procedura per il conseguimento del titolo:

 
 

 

Ultimo aggiornamento: 02/10/2015 23:28
Campusnet Unito
Non cliccare qui!